Risotto agli asparagi, zafferano e acqua di rose

Risotto agli asparagi, zafferano e acqua di rose

Questo risotto agli asparagi profumato all’acqua di rose sprigiona la primavera nella tua cucina e nel piatto dando gioia alla vista, all’olfatto e al palato.
L’acqua di rose conferisce dolce aromaticità e mitiga il sapore leggermente amarognolo tipico degli asparagi verdi; il tocco di zafferano dà un sapore deciso, asciutto e leggermente speziato al piatto.
L’acqua di rose è reperibile facilmente online, in vari supermercati biologici ben forniti, oppure puoi farla facilmente tu a casa con dei petali di rosa commestibili.

Corinna Siena

INGREDIENTI
Dosi per circa 4-5 persone

Per il brodo vegetale:

  • 1,7 lt di acqua
  • 3 carote
  • 2 cipolle
  • 2 coste di sedano
  • 1 porro
  • Gambi duri dell’estremità degli asparagi (500 gr di asparagi verdi interi)
  • Una manciata abbondante di sale

Per il risotto:

  • 400 gr di Riso Carnaroli
  • 8-9 cipolline primavera fresche
  • 500 gr di asparagi verdi interi ancora da mondare
  • 60 gr di burro
  • Pepe nero macinato
  • Olio d’oliva q.b. (per far saltare in padella gli asparagi)
  • 3 cucchiai di latte vaccino intero (per frullare una parte degli asparagi)
  • 250 ml di acqua di rose
  • Un cucchiaino e mezzo di zucchero
  • 4 cucchiaini rasi di fiori essiccati commestibili che contengano petali di rosa dal sapore dolce e delicato
  • 20 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 20 pistilli di zafferano

VINO IN ABBINAMENTO
Piatto che può essere abbinato ad un vino bianco fermo di buona struttura, un vino in grado di bilanciare l’asparigina e i solfati contenuti negli asparagi, che possono far avvertire al palato una sensazione astringente e lievemente amarognola, che potrebbe essere amplificata anche dalla presenza dei fiori essiccati.
Un vino di buona morbidezza, dai profumi aromatici e fruttati, anche con lievi richiami vegetali, dotati di una piacevole corrispondenza gusto-olfattiva e di buona lunghezza.

Esempi di abbinamento:
CHARDONNAY 2019 – Sirch
SAUVIGNON 2015 – Costabona

WEISSBURGUNDER 2019 – Hofstatter