Numero ventiquattro

Numero ventiquattro

Seduti su quel tronco tagliato, mano nella mano, misuravano il tempo osservando l’ombra di quell’abete non lontano da loro.

In silenzio, si accarezzavano l’anima, avvolti in un abbraccio che scaldava quella mattina gelida.

Lei guardava le sfumature di quel cielo velato, sognando una vita insieme, lui non aveva mai visto cielo più bello di lei.

La paura di scottarsi nuovamente con l’amore si era dissolta nel tempo, l’istinto, il cuore, avevano preso il sopravvento, dichiarandosi senza troppe parole.

I colori caldi dell’autunno appena trascorso avevano aiutato i loro sguardi a giocare a carte scoperte e invitato le loro labbra a mangiarsi voracemente.

Baciarsi è il modo migliore di arrendersi.