Numero cinque

Matilde e Alessio

L’aveva incontrata in quella vecchia libreria di libri usati, notando i suoi occhi color nocciola mentre sfogliava con delicatezza le pagine ingiallite di quei testi consumati.

Si erano compresi in un attimo, come se il destino non avesse fatto altro che sagomare le loro vite fino a quel momento per farle incastrare perfettamente.

Da allora il suo sguardo gli era entrato negli occhi, vivendo costantemente in lui.

E non c’era bisogno che lei gli raccontasse quando veniva scossa da un temporale, quando sentiva il bisogno di un abbraccio o quando una paura sembrava prendere il sopravvento.

Lui la sentiva, sulla pelle, nei battiti, in quel modo meraviglioso in cui solo l’amore sa esprimersi.

Senza parole.

Tratto dalla raccolta “RACCONTI PER ME